La nostra amica lettrice Agata è una fashion addicted, e mi ha chiesto di risolvere un’annosa questione: a cosa serve il taschino dei jeans? Non è lì solo per bellezza, e vi racconto il perché.

Jeans Blue Pocket Fashion Clothing Casual Cotton

Troppe tasche?

Sin dalla loro nascita, che viene fatta risalire ai maestri tessili genovesi, i jeans hanno rappresentato il connubio perfetto tra indumento alla moda ma allo stesso tempo funzionale. Rimasti pressoché immutati nel corso dei secoli sottostanno a pochi semplici regole, come quella delle tasche: due avanti, due sulla patta posteriore ed un piccolo taschino rettangolare sulla destra.
Il problema è che in effetti quel taschino sembra non avere alcuna utilità. Niente di più sbagliato.



Proiettili, orologi e… preservativi?

La risposta al nostro interrogativo ci arriva direttamente dalla Levi Strauss & Co, storica produttrice di jeans fondata nel 1853.

Il primo jeans aveva quattro tasche, una sulla patta posteriore e, sul davanti, due grandi ed uno più piccolo, il taschino per orologio. Inserito inizialmente per proteggere gli orologi [quelli con la catenina], da cui il nome, questa tasca supplementare ha contenuto negli anni gli oggetti più disparati: preservativi, monetine, fiammiferi e biglietti, solo per citarne alcuni. – Levi’s

L’uso principale è da parte dei cowboy dell’800, che vi nascondono proiettili e pepite d’oro o, più banalmente, l’orologio da taschino. In seguito negli anni ’90 del XX secolo il loro uso principale diviene contenere i preservativi, sebbene questa pratica sia altamente sconsigliata: i condom non vanno mai riposti né nelle tasche né tanto meno nel portafogli.

L’unico limite all’utilizzo del taschino da orologio è la vostra fantasia. 🙂

Pocket Watches Time Of Time Watches Chain

Lascia un commento

Login per commentare
avatar
1000
  Sottoscrivi  
Notificami