È arancione, con lunghi tentacoli arricciati, ed è stata catturata nelle profondità dell’Alaska. Che sia una creatura aliena?

L’essere è stato recuperato pochi giorni fa da una donna in cerca di halibut al largo della costa dell’Isola Principe di Galles durante una, fino a quel momento, ordinaria battuta di pesca. Il video postato dalla figlia, Sarah Vasser-Alford, mostra una creatura arancione, grande circa quanto un pugno, con grotteschi tentacoli che si muovono a ritmo sincopato.



A metà tra un facehugger di Alien ed un corallo, si tratta davvero di qualcosa che proviene dallo spazio profondo?

Alien Facehugger Creatura Aliena Alaska
Facehugger dal film Alien, 20th Century Fox

La cruda realtà

Le numerose quanto fantasiose speculazioni sull’origine dell’essere si infrangono però contro la più semplice – e noiosa, se volete – verità: si tratta di un esemplare del sottordine Euryalina, in inglese conosciuto anche come Basket Star.

Imparentate con stelle di mare, ricci di mare e cetrioli di mare le euryaline presentano un corpo centrale e lunghi tentacoli riccioluti; si possono facilmente trovare nelle profondità marine ed abissali del circolo antartico.

Creatura Alieno Aliena Alaska
Sarah Vasser-Alford

Quello raccolto è un esemplare relativamente piccolo, potremmo dire un cucciolo: l’esponente più grande degli Euryalina, il Gorgonocephalus eucnemis, può arrivare anche a 1,5 metri di diametro e ben oltre 5 chili di peso.

2166px Haeckel Ophiodea 70 Gorgonocephalidae
Gorgonocephalus eucnemis