Cos’è davvero un capro espiatorio? Il termine si perde nella notte dei tempi della cultura ebraica. Nel giorno dell’espiazione, o Kippur, il popolo conduceva al tempio due caproni ed il loro destino era deciso dal Sommo Sacerdote: uno veniva sacrificato sull’altare in onore di Dio, mentre l’altro diveniva il portatore di tutti i peccati di cui si era macchiata la comunità durante l’ultimo anno. Questo esemplare veniva poi abbandonato nel deserto a morire di inedia, immolandosi così per tutta la brava gente della città.

 



Hai anche tu una domanda a cui non sai dare risposta? Inviacela e potresti vederla pubblicata sul sito!

Lascia una recensione

  Sottoscrivi  
Notificami