I Cooper sono una famiglia come tante altre: due genitori affettuosi, due bambini pestiferi ed una saggia nonna tutta d’un pezzo. A metà dell’800 si trasferiscono in Texas, in una bella casa. Appena arrivati, per festeggiare la nuova dimora, le donne ed i due ragazzini si siedono compostamente a tavola, mentre il papà scatta una foto. Tutti sorridenti – più o meno – e tutti messi bene a fuoco. Una foto carina, che incornicia il tipico ideale del sogno americano. Se non fosse per quella cosa in alto a sinistra.

 



Cooper Falling Body Cadavere

 

 

Nessuno si accorge di niente, finché la foto non viene sviluppata: un cadavere, o un fantasma, che sembra appeso al soffitto sul punto di cadere. Da qui il nome di Cooper falling body photo. Su internet e tra i miei libri però non sono riuscito a trovare molte informazioni sull’origine dell’immagine. Anzi, a dir la verità non ne ho trovate affatto.

 

Un falso?

Sebbene la foto sia conosciuta nel web, e spesso ritenuta autentica, sono certo al 99% si tratti di un falso, e vi spiego subito il perché. L’immagine presenta negli angoli delle parti scure, dette vignettatura: si tratta di effetti dati meccanicamente dalle macchine fotografiche, ma anche da software come Photoshop o Gimp, e si utilizzano di solito per dare una certa realisticità ad una foto; la vignettatura in questione è troppo precisa per essere stata prodotta allo scatto, pertanto sembra più un effetto grafico inserito al computer.

In secondo luogo, il corpo che cade dal soffitto produce un’ombra verso destra, e questo è impossibile: se fosse stato davvero lì al momento dello scatto, l’ombra sarebbe verso sinistra, e l’errore lo si nota facilmente nel braccio più vicino al bordo laterale. Infine, se guardate bene la prima candela a sinistra, presenta delle macchie che le altre due non hanno, vicino al cadavere: probabilmente si tratta di una sovrapposizione di immagini.

Anche se è un falso devo ammettere che è davvero inquietante. E se fosse vero, beh, decisamente di più.

Lascia un commento

Login per commentare
avatar
1000
  Sottoscrivi  
Notificami
Marco Corrieri
Ospite
Marco Corrieri

Ho sempre usato la mia conoscenza di gimp & co. per produrre falsi, sarà divertente mettersi alla prova in senso inverso ! Cominciamo… Partiamo dal discorso della vignettatura: è vero, ci sono effetti che la producono e servono a simulare una combinazione di effetti dovuti ai vecchi flash ed alle vecchie ottiche, tendevano a prendere più luce al centro lasciando i bordi scuri Però personalmente non percepisco la “precisione” di cui parli. In un altro articolo (credo americano) si fa riferimento al fatto che la vignettatura è troppo simmetrica (intendevi questo ?), ma francamente, parlando barbaramente, io vedo più chiaro… Leggi il resto »

jumpjack
Ospite

Non è un falso… è solo il fumo e l’aria calda della candela, che hanno avuto uno strano effetto sul dagherrotipo. Probabilmente la posa è durata 30 secondi o più! (siamo nell’800!!)