Il Concilio Danese per le Ricerche Indipendenti ha stanziato due milioni e mezzo di krone (circa € 350.000) per finanziare una ricerca scientifica alla ricerca di troll sull’isola di Bornholm nel Mar Baltico. A quanto raccontano le leggende locali il troll in questione si chiama Krølle Bølle, e dimora nell’oscurità delle grotte sotto Langebjerg, lasciando l’angusta tana ogni notte alla ricerca di cibo.

Ad essere precisi, come riferisce il sito ufficiale del turismo dell’isola, Krølle Bøll non è solo, anzi vive insieme alla sua famiglia con cui affronta ogni volta entusiasmanti avventure. L’intero progetto è stato affidato a Lars Christian Kofoed Rømer, un antropologo della Københavns Universitet che vanta un curriculum paranormale di tutto rispetto, con numerosi studi su fantasmi e storie del folklore.



Non si tratta di cosa ci possa essere o no sottoterra, ma di come siamo legati ad un luogo a noi caro. – Rømer, caporicercatore del progetto

Come spiega lo stesso ricercatore, lo studio è stato progettato per comprendere l’impatto che il folklore locale può avere sulla cultura di un popolo, più che alla ricerca fisica della presenza di troll. E chissà, forse scopriremo che le creature fantastiche delle antiche leggende sono davvero reali.

 


 

Esiste davvero il troll Krølle Bølle dell'isola di Bornholm?

View Results

Loading ... Loading ...

Lascia una recensione

  Sottoscrivi  
Notificami
Luisa
Ospite
Luisa

Questa ricerca non è tanto da relegare nel paranormale. In realtà i troll non sarebbero altro che i neanderthal, e di geni neanderthaliani in Danimarca e Norvegia ce ne sono tanti, a volte nascono anche persone con un prolungamento della spina dorsale non dovuto alla spina bifida, e tratti neanderthaliani. Vengono chiamati changeling, in realtà sono persone con una concentrazione di geni neanderthaliani superiore alla media europea.
Io ne so qualcosa, perchè anch’io sono discendente di danesi e ho questi tratti appena accennati e conosco bene il fenomeno dei troll